Generatori di Ozono per la sanificazione degli ambienti

generatore ozono

Il tema della sanificazione degli ambienti professionali è emerso durante l’emergenza COVID-19 come una necessità per la ripartenza di molte attività per cui il Governo ha previsto all’interno del D. Lgs. “Cura Italia” il credito di imposta del 50% per le spese di sanificazione.

Dotarsi di generatori di ozono certificati dal Ministero Della Sanità, evitando apparecchiature non sicure, è la strada giusta per tutelare la propria clientela e il personale della propria attività.

Generatore ozono

Come funziona un generatore di ozono:
produce, ad intervalli pianificati, una quantità di ozono calibrata in base alle dimensioni dei locali da sanificare. L’ozono, se prodotto nella giusta quantità, è in grado di eliminare batteri, funghi e muffe, e di inattivare i virus nell’ambiente, e alla fine del ciclo di sanificazione si avvia alla sua fase di naturale degradazione.

A proposito di sicurezza:
Con protocollo 24482 del 31 luglio 1996 il Ministero della Sanità ha riconosciuto l’utilizzo dell’ozono nel trattamento dell’aria e dell’acqua, per la sterilizzazione di ambienti contaminati da batteri, virus, spore, muffe ed acari.
Il trattamento degli ambienti deve avvenire senza la presenza di persone e/o animali, che potranno rioccupare i locali in tempi relativamente brevi in base alla quantità di ozono emessa nell’aria.

Chi può utilizzarlo:
Ogni attività che accoglie nei suoi locali diverse persone ogni giorno dovrebbe dotarsene per effettuare la sanificazione una o più volte al giorno, studi medici, dentistici, laboratori di analisi, ma anche attività di ristorazione o uffici aperti al pubblico, supermercati, negozi di alimentari. Anche a casa, per avere una maggiore igiene negli ambienti in cui è presente cibo aiuta a liberarsi di odori, contaminazioni tra cibi e batteri presenti sulle superfici umide o nascoste, dato che l’ozono arriva ovunque.

Per maggiori informazioni:

 

Controllo anti-spam