Come fa un Addolcitore a togliere il calcare?

Come fa un Addolcitore a togliere il calcare?

In tutte le acque sono disciolti tantissimi sali.
I due responsabili del calcare sono il Carbonio C e il Calcio Ca.
Questi due sali all’aumentare della temperatura, si combinano e diventano una molecola chiamata Carbonato di Calcio CaC o volgarmente detto Calcare.
Il Calcio in acqua è uno ione Ca+ ( ha un elettrone in meno nell’ultima orbita dell’atomo).
Quest’ultimo, attraversando le resine cationiche (con carica elettrica negativa) attrae lo ione Ca+ come una calamita; nello specifico, vengono attratte tanti ioni Ca+ quante sono le resine, secondo la seguente formula:

Capacità Addolcitore = (Consumo di acqua * Durezza acqua)/5

Ciclicamente un addolcitore correttamente programmato, ad un orario da noi stabilito, rigenera le resine.

Come vengono rigenerate le resine?

Il programmatore o cervello dell’addolcitore preleva una soluzione altamente salina (ricca di NaCl o cloruro di sodio) e lava le resine, facendole cedere il calcio che hanno trattenuto, scaricandolo in una pluviale o fecale.

Quanto sale consuma un addolcitore?

Il consumo di un addolcitore per una famiglia media è di circa 20/25 kg di sale in un mese, per un costo di 6/8 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *