Addolcitori Domande

addolcitori domande Addolcitore calcare acqua addolcita durezza acqua addolcitori

addolcitori domande decalcificatore

addolcitori domande depuratore

addolcitori domande

Domande frequenti sugli addolcitori (decalcificatori)

Che cosa di intende per durezza dell’acqua?

“Una acqua dura è più ricca di calcio rispetto a una qualsiasi acqua. La quantità di minerale di calcio disciolto nell’acqua costituisce il grado di “durezza”, più aumenta la quantità più aumenta la durezza.

A cosa serve addolcire l’acqua?

I Sali di calcio in quantità elevate con l’aumento della termperatura e la conseguente evaporazione dell’acqua, si combinano con il carbonio, formando il carbonato di calcio (“Calcare”), non più solubile in acqua; provocando gravi inconvenienti a tutti gli elettrodomestici che utilizzano l’acqua calda. Non tutti sanno che lo Stato incentiva la risoluzione di questi problemi con agevolazioni fiscali del 65% per l’installazione di un addolcitore.

Perché installare un addolcitore?

  1. Risparmio sul consumo dei detersivi del 80% (avete capito bene per lo stessa quantità di bucato in lavatrice, ne va usato la metà della metà).
  2. Risparmio energetico per il riscaldamento dell’acqua di circa il 30%
  3. Salvaguardia di tutti gli elettrodomestici che funzionano ad alte temperature(caldaie, lavastoviglie, lavatrici, vasche idromassaggio e volendo tralasciare gli antiestetici aloni di calcare su tutto ciò che viene a contatto con l’acqua dura.

Un addolcitore si ripaga da solo in meno di un anno e ha costi di manutenzione di pochi euro all’anno in quanto necessità solo di sale da cucina.

Come funziona un addolcitore?

Per chi vuole approfondire tutti gli addolcitori che sono tali funzionano a scambio ionico in quanto contengono resine cationiche (cariche di una carica elettrica negativa) le quali attraggono il calcio responsabile del calcare come una calamita, in quanto il calcio (simbolo chimico Ca+) ha una carica elettrica positiva.

Ovviamente le resine trattengono il calcio, con una relazione matematica:

C=[(d*c)/5]

Dove C sta per quantità di resine

d sta per durezza dell’acqua(che mediamente varia dai 30 ai 70 gradi francesi)

c sta per il consumo

5 è una costante

Qual’è l’addolcitore più adatto alle mie esigenze?

Possiamo saperlo conoscendo la capacità ciclica di un addolcitore, ovvero il volume d’acqua che riesce ad addolcire in 24 ore; essa è uguale a:

Capacità ciclica= (Litri resina * 5 )/durezza dell’acqua

Esempio: Per una famiglia media di 4/5 persone è opportuno installare un addolcitore con una capacità di almeno 30 litri resina, che garantisce grossi risparmi  di acqua e sale in quanto la capacità ciclica dura  almeno 2/3 giorni. Nota bene: Se un addolcitore 10 lt resina costa “100” quello da 30 lt costa “120”. Quindi con un 20% in più si ha un addolcitore con una capacità tripla.

Costi di un addolcitore 

Un addolcitore ha un prezzo variabile a seconda delle esigenze, fino a fine 2017 è possibile detrarne il 65% del costo.

All’aumentare del numero dei componenti della famiglia aumenta il consumo di acqua e di conseguenza anche il costo dell’addolcitore.

Perché oggi è ancora più conveniente?

Perché fino alla fine del 2017 potrete usufruire degli incentivi fiscali per gli interventi di efficientamento energetico al 65%

Perché lo Stato Italiano dovrebbe incentivare così tanto l’acquisto di un addolcitore (65%)?

In italia si consumano ogni anno circa 1,5 miliardi di Kg di detersivi, e un addolcitore è in grado di ridurne i consumi di circa l’80%, inoltre l’acqua addolcita nelle caldaie si riscalda con maggiore facilità, riducendo notevolmente le emissioni di CO2 nell’ambiente

detersivi Italia

addolcitori domande


Richiedi Un Preventivo Senza Impegno

 

Controllo anti-spam